Come creare il proprio marchio di tè

Guida alla creazione di un marchio di tè di successo. Gli aspetti più importanti da considerare nella tua attività di tè.
marchio del tè

Se vuoi andare oltre l’apertura di un negozio di tè o di un salone da tè… puoi pensare di creare il tuo marchio di tè di successo.

Creare un marchio di tè da zero richiede due cose principali: passione per il tè e molta creatività. Ti senti pronto?

Se è così, continua a leggere, perché in questa guida ti spiegheremo come trasformare il tuo amore per il tè in un marchio di successo e di richiamo. Dalla comprensione del mercato al lancio del prodotto e molto altro ancora!

Sommario

Inizia studiando e comprendendo il mercato

Come per ogni attività commerciale, il primo passo per creare il vostro marchio di tè è condurre un’approfondita ricerca di mercato.

In questa analisi dovrai ricercare le tendenze attuali, identificare il tuo target di pubblico e capire le sue preferenze e il suo comportamento d’acquisto.

Osserva i marchi più attivi sui social media, i classici, ciò che si vede in TV e sui portali internet… persino gli strumenti SEO! (piattaforme digitali che mostrano ciò che è più cercato in ogni regione); questo ti aiuterà a capire cosa preferiscono i consumatori.

Tieni d'occhio le tendenze emergenti, come la crescente domanda di tè biologici e sostenibili, per assicurarti che il tuo marchio sia pertinente e attraente.

Non puntare su tutti all'inizio: definisci la tua nicchia

I bevitori di tè sono sibariti come noi. Ma non molto di più degli amanti del vino, dei cioccolatini o delle cose buone della vita. Così come c’è chi ama il vino e beve solo vino rosso, c’è chi ama il tè e ama solo i tè Oolong puri.

Il tè offre un enorme universo di possibilità per creare un’offerta unica. Definire la tua nicchia specifica può aiutarti a distinguerti in un mercato saturo. Scegli su cosa preferisci concentrarti:

  • Tè puri
  • Tè rari di origini remote
  • Miscele classiche
  • Miscele innovative
  • O forse… una linea di tè freddi gourmet?

Per scegliere una nicchia devi cercare quella che piú corrisponde a te ed al tuo pubblico ideale. In questo modo potrai creare un marchio con una proposta di valore unica e chiara.

Ti consigliamo di creare una Buyer Persona (prototipo di consumatore) per il tuo marchio. Questo ti aiuterà a ottimizzare il tuo marchio e la tua attività per soddisfare al meglio le sue esigenze. Inoltre, ti aiuterà a trasformare il tuo pubblico in fedeli ambasciatori del tuo marchio.

Alla ricerca del nome e del logo del tuo marchio

nome del marchio Alveus Tea

Il nome del tuo marchio è più di una semplice parola o frase; è la prima impressione, l’essenza della tua identità e ciò che ti distingue (insieme al logo) nella mente dei tuoi consumatori.

Per questo è necessario assicurarsi che

1. Che corrisponda alla personalità del tuo marchio.
2. Che sia coerente al tuo buyer persona.

Assicurati che il tuo nome sia facile da pronunciare e da ricordare. Un nome troppo complicato renderà difficile per i tuoi clienti ricordarlo e trovarti sulle reti.

D’altra parte, se hai intenzione di vendere in un altro Paese o di espandere il tuo marchio un giorno, assicurati che il nome del tuo marchio suoni bene in altre lingue.

Per quanto riguarda il logo, ti consigliamo di chiedere l’aiuto di un grafico. Un professionista sarà sempre la persona migliore per catturare visivamente l’essenza del tuo marchio.

Infine, assicurati che il nome del tuo marchio e il logo non siano registrati. A priori sembra ovvio, ma ci sono molti marchi che dopo il lancio scoprono di non poter essere utilizzati nei loro mercati di riferimento. Puoi evitare tutto questo con l’aiuto di un avvocato o controllando tu stesso presso il registro dei marchi e dei brevetti del tuo Paese.

Continuiamo con il branding: la confezione del tuo prodotto

confezione del tè

Non basta una confezione qualsiasi per presentare il tuo prodotto: che senso avrebbe lanciare un messaggio di marchio sostenibile e usare solo plastica?

Dopo il nome del marchio e il logo, il packaging è il prossimo attore principale del tuo progetto. Prenditi tutto il tempo necessario per scegliere la confezione e l’etichetta.

Prima di tutto, ti consigliamo di scegliere la quantità di tè che vuoi vendere per unità: 50, 100 o 250 grammi, o forse preferisci vendere quantità più piccole di tè altamente esclusivi? Questo sarà strettamente legato al tipo di acquirente e ai canali di distribuzione in cui può trovare il tuo prodotto.

Se vuoi lanciare una linea di tè per tutti i giorni, come quelli per la colazione o per il dopocena, potresti essere interessato a quantità maggiori. Se invece vuoi offrire tè di origine che saranno venduti nei negozi di gastronomia, è meglio optare per confezioni più piccole.

È preferibile vendere quantità diverse nella stessa confezione, piuttosto che la stessa quantità in confezioni diverse. Usare sempre la stessa confezione con quantità diverse ti permetterà di avere un'immagine omogenea, oltre ad avere un aspetto più attraente!

Un po' di burocrazia: legislazione e certificazioni

Quando si crea un marchio di tè, come qualsiasi prodotto alimentare, è necessario essere aggiornati sulla legislazione vigente nel proprio Paese.

Per questo motivo ti consigliamo di consultare il tuo fornitore di tè e tisane o un esperto di normative alimentari. Questi potranno dirti quali sono i requisiti da rispettare e quali informazioni inserire nell’etichetta.

Se vuoi dare un maggiore valore aggiunto e credibilità al tuo marchio, pensa ad ottenere una certificazione come quella biologica o quella del commercio equo e solidale. La strada per ottenerle non è la più veloce, né la più facile, ma ne varrà la pena per distinguerti e allinearti alle aspettative dei consumatori consapevoli di oggi.

Se vuoi che il tuo marchio abbia il marchio biologico o del commercio equo e solidale (ad esempio Ethical Tea Partnership), è essenziale che il tuo fornitore di tè e tisane abbia questi certificati.

Fornitore, produzione e logistica

fornitore di tè

La scelta del giusto fornitore di tè e infusi determinerà il successo e la scalabilità del tuo brand nel tempo. Cerca un fornitore con esperienza nel mercato e nel prodotto.

La logistica di come e dove il tuo tè viene prodotto, immagazzinato e spedito è fondamentale. Prendi in considerazione l’idea di lavorare con produttori e centri di adempimento in grado di crescere con la tua attività e di garantire la qualità e la freschezza dei tuoi prodotti.

Quale prezzo mettere sui tè con il mio marchio?

Il prezzo non è un fattore che si decide a caso quando si vuole fare branding. Determinare la giusta strategia di prezzo per il tuo marchio è più che vitale.

Devi trovare un equilibrio tra essere competitivo, coprire i costi e riflettere la qualità del tuo prodotto.

Considera i tuoi costi

La prima cosa da fare è capire i tuoi costi totali. Questo include non solo il costo dei prodotti venduti, ma anche i costi operativi indiretti come l’affitto, le utenze, il marketing e gli stipendi.

Conoscere i costi nel dettaglio ti consentirà, dal punto di vista finanziario, di avere un marchio sano.

Analizza il prezzo di vendita della concorrenza

Come abbiamo detto all’inizio di questo post, l’analisi del mercato è un aspetto che non puoi evitare quando crei il tuo marchio.

Identifica la concorrenza diretta e indiretta e verifica come si posizionano attraverso i loro prezzi. C’è un vuoto nel mercato per un’offerta premium o low-cost che puoi sfruttare?

Comprendere lo spettro dei prezzi sul mercato ti permette di posizionare strategicamente il tuo marchio per colmare eventuali lacune o per competere in maniera efficace.

Considera il valore percepito

Il valore percepito è ciò che i clienti ritengono valga il tuo prodotto per loro. Non sempre questo valore coincide con il costo o il prezzo.

Se il tuo marchio di tè è posizionato come di fascia alta, con ricette uniche o sapori esclusivi, potresti fissare un prezzo più alto a causa della percezione di maggiore qualità o esclusività. La chiave è comunicare con efficacia questo valore attraverso le strategie di marketing e di branding.

Marketing e vendite per il tuo marchio di tè

È ovvio che senza un buon marketing il tuo marchio passerà inosservato, giusto?

Creare una strategia di marketing e di vendita “intelligente” per il tuo marchio ti aiuterà a raggiungere il tuo pubblico di riferimento, a costruire l’identità del tuo marchio, a incoraggiare la fidelizzazione degli amanti del tè e ad aumentare le vendite.

Un negozio online per vendere il tuo tè

negozio online di tè

Non importa che il tuo prodotto possa essere acquistato in numerosi negozi fisici. In questo momento il tuo marchio di tè deve essere commercializzato anche online. Ci sono molte ragioni per lanciare il tuo negozio di tè online, ma la principale in questo caso è che ti darà visibilità.

Sviluppa un negozio online professionale e utilizza i social media per raccontare la storia del tuo marchio, condividere le conoscenze sul tè e connettere con la tua community.

Puoi anche creare un blog con contenuti di qualità per coinvolgere ed educare il tuo pubblico.

Ambasciatori del marchio 2.0: gli influencer del tè

Non è mai stato così facile avere ambasciatori del marchio che possono raggiungere milioni di persone con il tuo prodotto in pochi secondi.

La collaborazione con influencer e amanti del tè che condividono i tuoi valori può amplificare la portata del tuo marchio.

Ma non scegliere chiunque. Concentrati su profili che siano autenticamente in linea con il tuo marchio per promuovere i tuoi prodotti in modo credibile e coinvolgente.

Un servizio clienti impeccabile

servizio clienti marchio di tè

Se hai seguito tutti i passi, ora il tuo prodotto inizierà ad essere commercializzato. Presto gli sconosciuti potranno diventare clienti, però solo i marchi che hanno un esercito fedele ai suoi prodotti sono quelli che hanno continuità nel tempo.

E per questo, oltre a quanto detto, la cosa migliore è avere un eccellente servizio clienti.

Rendi visibile come contattare il tuo team di assistenza clienti, assicurandoti di essere accessibile per qualsiasi domanda o dubbio. Sii chiaro anche sulle tue politiche di spedizione e restituzione – non usare clausole “nascoste”!

Misurazione e adattamento

Come disse Charles Darwin: “Le specie più forti non sono quelle che sopravvivono, né le più intelligenti, ma quelle che si adattano meglio ai cambiamenti del loro ambiente“.

La chiave del successo a lungo termine è la capacità di adattamento. E questo si può ottenere solo in un modo: misurando e adattando.

Ricorda che in affari… chi non misura, perde!

Utilizza gli strumenti di analisi per misurare le prestazioni del tuo marchio in termini di vendite, soddisfazione dei clienti e coinvolgimento online.

Sii ricettivo nei confronti del feedback dei tuoi clienti e disposto a correggere la tua strategia in base alle necessità.

Conclusione

Lanciare un marchio di tè è il sogno di molti amanti del tè, e sognare va bene, ma se hai intenzione di investire tempo e denaro, tutto deve essere pianificato.

Per fare della tua passione uno stile di vita, devi iniziare con una rigorosa ricerca di mercato.

Da qui inizierà la creazione del tuo marchio di tè: nome, logo, packaging, certificazioni, nicchia di mercato e assortimento… tutto conta! ma soprattutto il prodotto. Se decidi di avere un partner che produca il miglior tè per il tuo marchio… basta contattarci.

Lascia un commento se c’è qualcosa di cui vorresti che parlassimo in futuro, in modo da poterti aiutare a sviluppare il tuo marchio.

Share
Facebook
Twitter
LinkedIn

Alveus Blog Team

Il team editoriale è composto da professionisti del tè provenienti da diversi Paesi. Siamo animati dalla passione per il tè e per la diffusione della sua cultura.

Potrebbe anche interessarti

Approfondisci il sofisticato processo di produzione del tè oolong, essenziale per comprenderne la complessità, i sapori e le note aromatiche uniche.
Reinventare le vendite di tè in estate: strategie rinfrescanti per attirare i clienti e aumentare i profitti.
Esplora la rarità e l'unicità del tè giallo attraverso il suo processo di produzione. Scopri tutto quello che c'è da sapere sulle tecniche di produzione e l'impatto sul sapore di questa meraviglia per il palato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Grazie!

Un esperto vi contatterà
il prima possibile.

Controlla la tua casella di posta, riceverai a breve una email, potrebbe essere finita per sbaglio in spam. Aggiungi il nostro indirizzo alla tua lista contatti per non perdere le news sui lanci e le promozioni esclusive.

Chiusura della finestra in

5