6 consigli per dare un nome ai tuoi tè

Il nome di un tè è determinante per il suo successo sul mercato. Ti offriamo consigli e strategie per creare un nome efficace che faccia la differenza.
denominazione del tè

È possibile raddoppiare o triplicare le vendite di un prodotto semplicemente cambiandone il nome? La risposta breve è sì!

Non è l’unico fattore di successo del tuo tè, ma il nome giusto influisce direttamente sulla percezione che i consumatori hanno di esso.

Abbiamo condotto numerosi test negli ultimi 10 anni e alcuni risultati sono stati sorprendenti.

In questo post ti sveliamo la metodologia che utilizziamo per trovare nomi accattivanti per i nostri tè e come puoi applicare le stesse strategie alla tua attività.

Questi consigli valgono sia per i negozi di tè che per i marchi di prodotti.
Sommario

L'effetto positivo di rinominare il tè

Amour provence

L’esperienza è la migliore insegnante nel mondo del marketing e nulla illustra questo principio meglio di un esempio reale.

Alcuni anni fa abbiamo creato un infuso chiamato “Rosmarino – Timo – Limone”. All’epoca ci sembrava un nome fantastico, chiaro e descrittivo del suo gusto.

Inoltre, era delizioso!

Per quanto riguarda le vendite… non erano male, ma nemmeno il massimo. Dopo 5 anni, ha raggiunto il numero 26 nella classifica delle tisane più vendute in Francia e in Belgio.

Nel 2017 abbiamo deciso di cambiare il nome in “Amour Provence”. Ma non ci aspettavamo quello che sarebbe successo dopo.

In un solo anno, il nostro top seller n. 26 è diventato il n. 1 nella categoria delle tisane. La ricetta non è cambiata e nemmeno il prezzo. L’unico ingrediente segreto di questo successo è stato dare il nome giusto a un’ottima ricetta.

È a quel punto che abbiamo capito che, anche in qualità di fornitore B2B, il nome del prodotto può avere un impatto notevole sulle sue performance di vendita.

Il nome del prodotto: la ciliegina sulla torta di una ricetta deliziosa.

A prima vista, dare un nome a un tè sembra piuttosto semplice. Invece non è così.

Le fasi di creazione di un prodotto, o di selezione di un prodotto per un negozio, implicano la risposta alle seguenti domande:

  • Cosa vogliono i miei clienti?
  • Quali ingredienti devo usare?
  • Come devo comunicare i benefici di questo prodotto?
  • Quale confezione è la più adatta?
  • Quali immagini dovrei usare? Quali colori?…

Fino alla domanda finale: come lo chiamo?

Vogliamo aiutarti, grazie alla nostra esperienza, a rispondere a quest’ultima domanda, decisiva per il successo del tuo prodotto.

Non importa quanto sia buona la tua ricetta. Se non ha un nome che attrae i consumatori, potrebbero non provarla mai.

Pronti? Ecco i nostri consigli:

1 - Un nome breve è meglio

Si dice che una cosa buona, se è breve, è doppiamente buona. 

Ecco alcuni fattori per cui un nome breve è meglio:

  • È più facile da ricordare
  • Evita problemi quando lo si scrive sulle etichette
  • È più facile da trovare nel tuo e-commerce o su Internet.

Inoltre, un nome breve facilita il cross-branding. Se hai intenzione di espandere la tua linea di prodotti, un nome breve e adattabile può servire come base per una serie di prodotti correlati, mantenendo una coerenza del marchio che i consumatori possono riconoscere e seguire.

2 - Coerenza con il tuo concetto di marchio

È molto importante che il nome scelto non sia mai in contraddizione con i principi che caratterizzano il tuo marchio.

Allo stesso modo, pensa al pubblico di riferimento del tuo marchio. Un nome che risuona con i tuoi potenziali consumatori ha maggiori probabilità di catturare la loro attenzione. Vendere a un pubblico più giovane e inesperto non è la stessa cosa che vendere a un pubblico esperto e amante della tradizione.

3 - Ricerca culturale e linguistica

Effettua una ricerca culturale e linguistica. Assicurati che il nome non abbia connotazioni negative in altre lingue o culture, soprattutto se hai intenzione di commercializzare il tuo tè a livello internazionale.

Quello che può sembrare un nome eccellente in un paese potrebbe essere l’esatto contrario in altri paesi, e andare dall’assurdo allo scortese o volgare.

4 - Facile da pronunciare e da scrivere

Immagina che i tuoi clienti entrino nel tuo negozio e ordinino questo tè: saranno in grado di pronunciarlo facilmente dopo averlo visto scritto?

Se vendi online, sapranno come cercarlo nel tuo negozio, o su Google dopo averne sentito il nome?

Per questo motivo ti consigliamo di trovare un nome facile da pronunciare e da scrivere.

5 - Differenziati. Sii originale.

Spesso i nomi dei tè sono molto simili tra loro. Questo fa sì che passino completamente inosservati sul mercato.

Tuttavia, ci sono delle eccezioni a questa regola. I tè d’origine o le ricette classiche come l’Earl Grey o il Chai dovrebbero mantenere il loro nome originale. Tieni presente che i tuoi clienti li conoscono già così, e vendergli ricette classiche con un nome diverso potrebbe causare più rifiuto e confusione che desiderio di acquistarlo.

6 - Proteggilo quando è necessario.

registrare il nome

Questo suggerimento è facoltativo, ma può essere importante da considerare a seconda delle dimensioni della tua attività nel settore del tè.

Per farlo, le domande da porsi sono:

  • Il nome “X” può essere utilizzato?
  • È libero da diritti di utilizzo commerciale?
  • Può essere registrato come marchio?

Il fatto che sia consentito o meno dipende dalla legislazione in vigore in ciascun Paese. Per sapere se sei libero di usarlo, dovrai consultare un avvocato o consultare il registro dei marchi e brevetti del tuo paese.

Ti consigliamo di consultare la database dell'OMPI. Si tratta di un portale online di libero utilizzo dove è possibile verificare tutti i nomi commerciali e i marchi registrati nel mondo e per categoria.

Conclusione

Il fatto che un tè diventi un top seller nella tua attività dipende da due fattori diretti: la qualità e il nome.

Una buona ricetta con un brutto nome ha molte probabilità di fallire sul mercato. 

Per scegliere il nome perfetto, è necessario che abbia una buona accettazione da parte del pubblico, che non abbia connotazioni negative e che non sia protetto da un marchio.

Alla fine, un nome potente può essere la spinta necessaria per distinguersi in un mercato sempre più competitivo. 

Share
Facebook
Twitter
LinkedIn

Alveus Blog Team

Il team editoriale è composto da professionisti del tè provenienti da diversi Paesi. Siamo animati dalla passione per il tè e per la diffusione della sua cultura.

Potrebbe anche interessarti

Pianificazione, ottimizzazione e strategie per raggiungere il successo con il tuo negozio online.
Esplora il curioso processo di fermentazione e produzione che conferisce al tè rosso il suo carattere distintivo.
Sapevi come si ottiene il tè bianco? Scopri in questo post il processo meticoloso che questa varietà di tè deve affrontare: dall'accurata raccolta manuale fino all'essiccazione e al confezionamento, per preservare la sua qualità e il suo sapore pregiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Grazie!

Un esperto vi contatterà
il prima possibile.

Controlla la tua casella di posta, riceverai a breve una email, potrebbe essere finita per sbaglio in spam. Aggiungi il nostro indirizzo alla tua lista contatti per non perdere le news sui lanci e le promozioni esclusive.

Chiusura della finestra in

5